Gomito del tennista

Pubblicato da Antonio Freschi il

Gomito del tennista (Epicondilite laterale nel Tennista)

Il gomito del tennista, o epicondilite laterale, è una condizione dolorosa del gomito causata da un uso eccessivo. Non sorprende che giocare a tennis possa causare questa condizione. Per i giocatori di tennis, la biomeccanica corretta è essenziale perciò le tecniche aberranti dovrebbero essere identificate e corrette. Il colpo di diritto dovrebbe consentire al giocatore di colpire la palla davanti al corpo con il polso e il gomito estesi, ciò consente al busto e alla parte superiore del braccio di fornire la maggior parte della potenza e riduce lo stress sugli estensori del polso. Il colpo di rovescio a due mani consente una distribuzione della forza tra gli arti superiori e diminuisce notevolmente la forza sull’epicondilo laterale.
Questa patologia non è esclusiva al solo gioco del tennis, altri sport e attività quotidiane possono metterti nella condizione di esporti al rischio.
Il gomito del tennista è un’infiammazione dei tendini che si uniscono ai muscoli dell’avambraccio all’esterno del gomito. I muscoli e i tendini degli avambracci vengono danneggiati dall’uso eccessivo – ripetendo ripetutamente gli stessi movimenti. Ciò porta al dolore e alla debolezza all’esterno del gomito.
Ci sono molte opzioni di trattamento per il gomito del tennista. Nella maggior parte dei casi, il trattamento prevede un approccio di squadra. I medici primari, i fisioterapisti e, in alcuni casi, i chirurghi lavorano insieme per fornire la cura più efficace.

Anatomia

L’articolazione del gomito è un’articolazione composta da tre ossa: l’osso del braccio (omero) e le due ossa dell’avambraccio (raggio e ulna). Ci sono delle protuberanze ossee nella parte inferiore dell’omero chiamate epicondili. L’urto osseo all’esterno (lato laterale) del gomito è chiamato epicondilo laterale.

L’epicondilite laterale, o gomito del tennista, coinvolge muscoli e tendini dell’avambraccio. I muscoli dell’avambraccio estendono il polso e le dita. I tendini degli avambracci, spesso chiamati estensori, attaccano i muscoli all’osso. Si attaccano all’epicondilo laterale. Il tendine solitamente coinvolto nel gomito del tennista è chiamato Extensor Carpi Radialis Brevis (ECRB).

Causa: Uso eccessivo

 Recenti studi dimostrano che il gomito del tennista è spesso causa di danni a uno specifico muscolo dell’avambraccio. Il muscolo estensore carpi radialis brevis (ECRB) aiuta a stabilizzare il polso quando il gomito è diritto. Quando l’ECRB è indebolito dall’uso eccessivo, si formano delle rotture microscopiche nel tendine in cui si attacca all’epicondilo laterale. Questo porta all’infiammazione e al dolore.
L’ECRB può anche essere esposto a un rischio maggiore di danni a causa della sua posizione. Mentre il gomito si piega e si raddrizza, il muscolo si sfrega contro i dossi ossei. Ciò può causare una graduale usura del muscolo nel tempo.

Attività
Gli atleti non sono le uniche persone che ne possono soffrire. Molte possono sviluppare questa patologia partecipando ad attività lavorative o ricreative che richiedono un uso ripetitivo e vigoroso del muscolo dell’avambraccio.

Età
La maggior parte delle persone che soffrono il gomito del tennista hanno un’età compresa tra i 30 ei 60 anni, però, non è raro  incontrare persone  colpite prima dei 30 anni se i fattori di rischio sono stati precoci.

Sconosciuto

L’epicondilite laterale può verificarsi senza alcuna lesione  ripetitiva riconosciuta. Questo evento è chiamato “insidioso” o di una causa sconosciuta.

Sintomi

I sintomi del gomito del tennista si sviluppano gradualmente. Nella maggior parte dei casi, il dolore inizia lieve e lentamente peggiora per settimane e mesi. Di solito non vi sono lesioni specifiche associate all’inizio dei sintomi.

I  sintomi comuni includono:
Dolore o bruciore sulla parte esterna del gomito.
Debole presa di forza.
I sintomi peggiorano con l’attività dell’avambraccio, come tenere una racchetta, girare una chiave inglese o stringere la mano. Il tuo braccio dominante è più spesso colpito; comunque entrambe le braccia possono essere colpite.

Esame medico
Il medico prenderà in considerazione molti fattori nella diagnosi. Questi includono come si sono sviluppati i sintomi, eventuali fattori di rischio professionale e partecipazione sportiva ricreativa.
Il medico ti parlerà di quali attività causano i sintomi e dove si manifestano i sintomi del braccio. Assicurati di dire al tuo medico se ti sei mai fatto male al gomito. Se ha una storia di artrite reumatoide o malattia del nervo.

Radiografie. Questi test forniscono immagini chiare di strutture dense come l’osso. Possono essere presi per escludere l’artrite del gomito.
Risonanza magnetica. Se il medico ritiene che i sintomi siano correlati a un problema al collo, può essere richiesta una scansione MRI. Le scansioni della risonanza magnetica mostrano i dettagli dei tessuti molli e aiuteranno il medico a vedere se si ha una possibile ernia del disco o artrite al collo. Entrambe queste condizioni spesso producono dolore alle braccia.
Elettromiografia (EMG). Il medico può ordinare un EMG per escludere la compressione dei nervi. Molti nervi viaggiano attorno al gomito e i sintomi della compressione nervosa sono simili a quelli del gomito del tennista.

Trattamento
Trattamento non chirurgico
Approssimativamente dall’80% al 95% dei pazienti ha successo con il trattamento non chirurgico.

Riposo. Il primo passo verso la guarigione è dare al tuo braccio il giusto riposo. Ciò significa che dovrai interrompere la partecipazione a sport o attività di lavoro pesante per diverse settimane.
Farmaci antinfiammatori non steroidei: Questi farmaci possono ridurre il dolore e il gonfiore.
Fisioterapia: Esercizi specifici sono utili per rafforzare i muscoli dell’avambraccio. Il terapeuta può anche eseguire tecniche di ultrasuoni, massaggi con ghiaccio o stimolazione muscolare per migliorare la guarigione muscolare.
Tutore: Anche l’uso di un tutore centrato sul retro dell’avambraccio può aiutare ad alleviare i sintomi del gomito del tennista. Questo può ridurre i sintomi riposando muscoli e tendini.
Iniezioni di steroidi: Gli steroidi, come il cortisone, sono farmaci antinfiammatori molto efficaci. Il medico può decidere di iniettare nell’area dolente intorno all’epicondilo laterale uno steroide per alleviare i sintomi.

Terapia ad onde d’urto (Impulsi sonori di natura meccanica).

 La terapia ad onde d’urto invia onde sonore al gomito. Queste onde sonore creano “microtraumi” che promuovono i naturali processi di guarigione del corpo. La terapia ad onde d’urto è considerata sperimentale da molti medici, ma alcune fonti mostrano che può essere efficace.

Trattamento chirurgico
Se i sintomi non rispondono dopo 6-12 mesi di trattamenti non chirurgici, il medico può raccomandare un intervento chirurgico.
La maggior parte delle procedure chirurgiche per il gomito del tennista coinvolge l’eliminazione dei muscoli malati e il riattaccare il muscolo sano all’osso.
Chirurgia aperta: L’approccio più comune alla riparazione del gomito del tennista è la chirurgia aperta. Ciò implica fare un’incisione sopra il gomito.
Chirurgia artroscopia: Il gomito del tennista può essere riparato anche con strumenti in miniatura e piccole incisioni. Come la chirurgia aperta, si tratta di una procedura ambulatoriale o ambulatoriale.

Nuovi sviluppi

Iniezione di PRP: Il plasma ricco di piastrine (PRP) è attualmente studiato per la sua efficacia nell’accelerare la guarigione di una varietà di lesioni ai tendini. Il PRP è una preparazione sviluppata dal sangue di un paziente. Contiene un’alta concentrazione di proteine chiamate fattori di crescita che sono molto importanti nella guarigione delle lesioni. La ricerca attuale su PRP e epicondilite laterale è molto promettente. Alcuni centri di trattamento in tutto il paese stanno incorporando iniezioni di PRP nel regime di trattamento non chirurgico per l’epicondilite laterale. Tuttavia, questo metodo è ancora sotto indagine e sono necessarie ulteriori ricerche per dimostrare pienamente l’efficacia di PRP.

Categorie: BlogTennis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *